Eurolega, la battaglia de La Fonteta

Succede veramente di tutto a La Fonteta dove il Valencia conduce per quasi tutta la gara, salvo poi rischiare di perdere e spuntandola solo dopo due overtime

Bojan Dubljevic

Partita decisamente non adatta ai deboli di cuore quella che è andata in scena ieri a La Fonteta. I padroni di casa emergono alla distanza e pongono fine ad una striscia di tre sconfitte consecutive, andando così a posizionarsi a ridosso della zona playoff con un record di 12-12.

La gara si trasforma subito in una guerra senza esclusione di colpi, con il Valencia che in qualche modo riesce a tenere a bada un’incerottato CSKA (tra i vari assenti ricordiamo Milutinov, Shengelia e Clyburn) e va al riposo lungo sul +4 (47-43). Nel secondo tempo la reazione dei russi non si fa però attendere. Un bollente Mike James, appena rientrato dopo i disguidi con la società delle ultime settimane, porta in vantaggio i suoi all’ultimo intervallo (56-61). Nel finale dei tempi regolamentari succede un po’ di tutto con Tobey che inchioda il pareggio a quota 84 e Van Rossom che sporca la tripla della possibile vittoria di James.

L’overtime, o meglio gli overtime, sono tutta una questione di testa e nervi. Nel primo è ancora la stella statunitense a salire in cattedra, ma in qualche modo gli orange rimangono agganciati con Hermansson che segna un 1/2 ai liberi e impatta la partita sul 95 pari (sbagliando dopo ben 27 centri consecutivi). Nel secondo, e decisivo, OT, ci pensa l’uomo della provvidenza a scardinare le ultime resistenze dei moscoviti, ossia Nikola Kalinic. L’ex uomo di fiducia di coach Obradovic ai tempi del Fener, prima segna un pesantissimo 2+1 e poi va ad appoggiare al tabellone i punti 21 e 22 della sua partita, che saranno poi anche quelli decisivi. 105-103 per i padroni di casa sarà il punteggio finale.

Sugli scudi, oltre al sopra citato Kalinic, anche Prepelic (autore anch’egli di 22 punti), Hermansson e Dubljevic (doppia-doppia per lui con 14 punti e 12 rimbalzi). Vani risultano quindi il career-high di un ispiratissimo Mike James (37 punti) e la quasi doppia-doppia di un ritrovato Voigtmann (19-9 per lui).

L’ala serba ha infine dichiarato nel post-partita:

Questa è stata una vittoria veramente importante per noi. Due overtime, una partita veramente pazzesca. Siamo dispiaciuti per le ultime sconfitte perchè non eravamo concentrati al massimo e non abbiamo messo sul parquet la nostra solita energia. Speriamo che questa serata segni una svolta nella nostra stagione.

Chissà che questo successo non sia veramente in grado di far dimenticare in fretta gli ultimi passi falsi ai ragazzi di coach Ponsarnau e di rilanciarli nella rincorsa ai playoff.

Leggi anche

Loading...