Bertans e Ariza non giocheranno ad Orlando

Washington e Portland perdono due pedine importanti nella propria rincorsa Playoffs: Bertans e Ariza sono infatti i primi giocatori che rinunciano ad andare ad Orlando per la ripresa della stagione NBA, fissata per il 30 luglio.

La deadline imposta dal commissioner Adam Silver del 24 giugno si avvicina, ed iniziano ad arrivare le prime risposte dai giocatori che non hanno intenzione di andare in Florida per la ripresa della stagione NBA nella “bolla” di Orlando – Disneyland.

Il primo giocatore a chiamarsi fuori è Davis Bertans, ala/centro dei Washington Wizards. Il lettone sarà free agent e, vista l’ottima stagione disputata, firmerà quasi sicuramente un ricco contratto (ben superiore ai 7M$ attuali in scadenza). Avendo subito qualche infortunio in passato (in particolare grossi problemi al legamento crociato anteriore), Bertans ha preferito non correre il rischio di infortunarsi per giocare probabilmente solo 8/10 partite coi Wizards e mettere quindi a rischio la propria free agency.

Scelta che sicuramente farà discutere, i compagni di squadra del lettone si sentiranno “abbandonati” nella conquista di un posto Playoffs (che resta comunque difficile, Washington è a 5 partite e mezza da Orlando): ma d’altronde se la NBA ha lasciato libertà ai singoli giocatori, allora queste possono essere le conseguenze che possiamo aspettarci in questi giorni. Certamente, Evan Fournier non ha mancato di esprimere la sua opinione:

Poco dopo Bertans, anche Trevor Ariza si è chiamato fuori dalla ripresa prevista il 30 luglio: la sua motivazione è però diversa, dal momento che è in atto un contenzioso legale per la custodia del figlio 12enne ed al momento gli è concesso vederlo solamente per un mese, che è quello di agosto.

Scelta certamente non facile per Ariza, giocatore molto importante dei Portland Trail Blazers in piena lotta Playoffs, a 3 partite e mezzo dall’ottavo posto occupato dai Memphis Grizzlies. Il suo tiro da 3 ma soprattutto le sue doti difensive (utili in vista di una possibile serie contro i Lakers di Lebron James) mancheranno molto ai Blazers, che potrebbero proporre in quintetto quel Mario Hezonja passato alla storia per una assurda stoppata al Madison Square Garden proprio su James, quando il croato vestiva la maglia dei Knicks.

Ci saranno altri giocatori che si chiameranno fuori, così come fatto da Bertans e Ariza? Ancora poche ore e lo sapremo.

Leggi anche

Loading...