FantaEurolega, Top e Flop G2: Loyd e Poythress in cima

Fantallenatori e allenatrici tra delusioni e sorprese, andiamo a vedere Top e Flop di questa G2 di Eurolega

Poythress

Partiamo dalla super vittoria del Valencia in trasferta a Madrid contro il Real. Altra sorpresa in negativo, la seconda sconfitta di fila dell’Efes nel derby contro il Fener. Vittoria tirata del Cska contro il Maccabi in una sfida agguerrita fino agli ultimi possessi.

Nel T2, una delle squadre più sorprendenti di questo inizio stagione, lo Zenit, vince contro il Barça (partita in programma il giovedì, poi rinviata). Il derby tedesco va al Bayern con un +18 sull’Alba.

Settimana dei derby appunto, con quello di Atene senza il più grande spettacolo della partita, i tifosi. Vince l’Olympiakos dei veterani su un Pana ridimensionato dagli infortuni. Vittoria casalinga della Stella Rossa, che si impone con un sonoro +20 sulla versione sbiadita del Baskonia. A chiudere il turno l’Olimpia vittoriosa sull’Asvel grazie ad uno straordinario quarto quarto.

Prima volta, si spera l’ultima, per il T3, dove il Khimki, a referto in 8, non può nulla contro lo Zalgiris, con i lituani che si confermano squadra scomoda.

Ora vediamo nel dettaglio migliori e peggiori di questa G2 di Eurolega.

TOP

#1 Alex Poythress (Zenit) 40 PT: l’ala americana sforna una super prestazione, fondamentale nella vittoria dello Zenit contro il Barcellona. Per il giocatore ex Galatasaray una importante DD da 16 punti e 11 rimbalzi, valevole per la conquista del primo posto nei Top di questa G2. Ottimo anche il rapporto qualità prezzo, che per 9.8 CR è stato una vera e propria sorpresa in un T1 molto complicato.

#2 Jordan Loyd (Stella Rossa) 39.8 PT: per un soffio Jordan, sarà per la prossima volta, intanto goditi questo secondo posto nei fantastici Top di Dunkest. L’ex Valencia sfodera un asso dalla manica, mettendo a referto 30 punti, conditi da 6 rimbalzi e 0 palle perse. Gran parte dell’enorme divario che c’è stato tra i padroni di casa e il Baskonia arriva dalle mani della guardia americana. Anche qui ottimo rapporto qualità prezzo, visti il modico costo di soli 10.1 CR.

#3 Jonas Jerebko (Khimki Mosca) 37 PT: viste le enormi defezioni in casa Khimki, tra corona virus e infortuni, era immaginabile un’ottima partita da parte del centro svedese. Nella sonora sconfitta contro lo Zalgiris, Jonas gioca 37 minuti, diventando il faro luminoso nell’attacco burrascoso del Khimki, segnando 23 punti e catturando 12 rimbalzi, scrivendo a referto una importante doppia doppia.

Menzione d’onore

Krunoslav Simon (Efes Istanbul) 31 PT: nel nefasto attacco dell’Efes, Kruno Simon è l’unico giocatore a salvarsi, anzi, riesce pure a portare a casa una ottima prestazione da 24-4-5. Ottima presa i Fantallenatori che hanno creduto nella guardia ex Milano, visti anche i suoi soli 10.1 CR.

FLOP

#1 Allerik Freeman (Asvel Villeurbane) -9 PT: cos’è la libertà? l’uomo è veramente libero, oppure è solo schiavo del fato? Ma soprattutto, riuscirà Allerik Freeman a fare un punteggio quantomeno vicino allo 0? Seconda prestazione di fila per uno degli attori più famosi di Hollywood, il quale, dopo il succulento -8.5 PT contro il Valencia decide di ripetersi, e tira fuori dal cilindro un’altra pessima prestazione da -9 PT.

#2 Keyfer Sykes (Panathinaikos) -7 PT: per la proprietà transitiva, cambia la squadra ma il risultato non cambia. Come la scorsa stagione l’ex playmaker milanese non vede il punteggio positivo nemmeno con il binocolo. 16 minuti di nulla assoluto dove sbaglia tutto quello che poteva sbagliare (0/4) e perde un pallone.

#3 Anthony Randolph (Real Madrid) -4 PT: il Real è in crisi, ma come una fenice, state pur certi che rinascerà. Stesso discorso applicabile anche per la fortissima ala slovena, solo che per il momento ci conserviamo il pessimo risultato Dunkest. 4 punti, tanti errori e 3 palle perse. Non è questo il Randolph a cui siamo abituati.

Menzione d’orrore

Vasilje Micic (Efes Istanbul) -3.5 PT: una sola domanda: “Vasilje, ma che c#### fai?” Orrenda prestazione del playmaker serbo per quello che è stato per molti il capitano di T1. Senza la presenza di Larkin, Micic avrebbe avuto molte più libertà, ma non gli han troppo giovato. 7 punti con 3 su 14 al tiro e 3 palle perse. Quest’anno sarà un fantabasket molto complesso e agguerrito.


Leggi anche: Eurolega, Efes: fissato il rientro di Shane Larkin

Leggi anche

Loading...