Jazz, Kerr: “Utah come i miei Warriors negli anni da titolo”

Un elogio, quello di Steve Kerr, che farà sicuramente piacere agli Utah Jazz

Donovan Mitchell e Rudy Gobert

Nella sfida che consacra Stephen Curry a secondo migliore tiratore da tre punti della storia, Golden State ha perso a Salt Lake City con un netto distacco, 127 a 108. In questi Utah Jazz, Steve Kerr rivede molti aspetti della squadra che tra il 2015 e il 2018 ha vinto tre titoli.

Loro sono dov eravamo noi 3 o 4 anni fa. Sono stati un’ottima squadra per molto tempo, si conoscono tutti molto bene ed eseguono molto bene quando sono sul campo.

Steve Kerr a Connor Letorneau

Non è un segreto che già dalla scorsa stagione, l’obiettivo della franchigia fosse non solo il contendersi un posto di alto livello all’interno della Western Conference, ma soprattutto puntare al titolo.

L’aggiunta di Mike Conley nella free agency 2019 è stato un chiaro segnale, anche se la stagione 2019-20 degli Utah Jazz, discorso covid e conseguente sospensione temporanea della stagione a parte, non si era certo distinta per la continuità che la squadra sta trovando invece in questo periodo.

Allo stato attuale, Utah è fissa al terzo posto ad Ovest con un record di 12 vittorie e 4 sconfitte con cui rincorre senza troppa fatica le due di Los Angeles. I Jazz possono avere ambizioni da titolo?

Leggi anche

Loading...