Robert Horry e Richard Jefferson critici verso JJ Redick

La guardia ha criticato la dirigenza dei Pelicans rea di non essersi comportata lealmente nei suoi confonti

JJ Redick

Gli ex veterani NBA Robert Horry e Richard Jefferson hanno rilasciato dichiarazioni critiche verso JJ Redick dopo gli attacchi di quest’ultimo verso il front office dei Pelicans.

Il giocatore è stato spedito a Dallas insieme a Nicolò Melli durante l’ultimo giorno prima della Trade Deadline nonostante Redick avesse chiesto (e ottenuto la promessa) alla dirigenza che, nel caso fosse stato scambiato, la sua destinazione sarebbe stata scelta per avvicinarsi alla famiglia del giocatore che risiede a Brooklyn.

Horry e Jefferson hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo l’intervista di Redick nel corso di un podcast, ricordandogli che l’NBA è prima di tutto un business.

Davvero pensavi di finire ai Nets come gli altri? A nessuno interessano le tue richieste.

Richard Jefferson

Cosa hai davvero fatto per loro? Lascia stare, l’NBA è un business

Robert Horry

Queste invece le parole dell’ex Pelicans rivolte a David Griffin, vice presidente della squadra della Louisiana.

Non si può sperare di ricevere onestà da quella dirigenza. Non credo che quello avvenuto con me sia un caso isolato. In tutta la lega i front office si comportano in base ai loro interessi. Non è corretto ma lo capisco

JJ Redick

Griffin si è difeso dichiarando che la dirigenza ha fatto di tutto per mandare Redick più vicino alla famiglia come chiesto ma le squadre in questione non si sono interessate al giocatore. A quel punto i Pelicans hanno pensato che la migliore soluzione fosse mandare JJ in una squadra giovane prossima a diventare una contender.

Leggi anche

Loading...