NBA, 5 curiosità su Zion Williamson

A soli 20 anni, Zion Williamson è probabilmente uno dei giocatori più amati dell’intera NBA, certamente uno dei più seguiti

Ciò che però sorprende ancora di più è che già prima del suo debutto tra i professionisti il ragazzo classe 2000 aveva tutti gli occhi addosso, un qualcosa che, se parliamo di teenagers, non si vedeva dai tempi di LeBron James. Conosciamo molto bene le qualità cestistiche e atletiche della star dei Pelicans, ma non altrettanto il suo lato umano, ed è per questo che oggi andremo a scoprire le 5 curiosità più intriganti che lo riguardano!

#1. High school sensation

Proprio come The Chosen One, che nelle scorse ore ha raggiunto la bolla di Orlando insieme a Davis, la prima scelta dello scorso Draft NBA è sulla bocca di tutti già dai tempi dell’high school, frequentata a Spartanburg, nella sua Carolina del Nord. Zion guidò la sua squadra a 3 titoli consecutivi nelle ultime 3 stagioni al liceo, disputando un penultimo anno da capogiro, con 36.8 punti, 13.0 rimbalzi e 2.5 stoppate a partita, statistiche tanto surreali quanto la spettacolarità delle schiacciate con cui iniziò a catturare l’attenzione degli scout americani.

#2. La prima schiacciata a 14 anni

Nonostante una crescita fisica esponenziale nei 2 anni precedenti, all’inizio del liceo Williamson non era ancora in grado di schiacciare. Dopo il primo anno, il giovane fenomeno passò l’estate ad allenarsi per aumentare l’elevazione e raggiunse molto presto il suo obiettivo, con una fenomenale schiacciata… su auto-alley-oop!

#3. Tanta attesa per 36 secondi

Il 20 febbraio dello scorso anno si svolse l’ennesimo episodio di una delle saghe più elettrizzanti del college basketball, quella tra Duke e North Carolina, con Zion ovviamente con la maglia dei Blue Devils di Duke. Tutti volevano vedere quella sfida, tutti volevano vedere Lui, il nuovo Prescelto. Dopo soltanto 36 secondi di gioco però, il piede di Williamson distrusse letteralmente le sue Nike, facendolo scivolare e causandogli una distorsione di primo grado al ginocchio che lo avrebbe tenuto fuori per il resto della regular season.

#4. Nel segno di MJ

Il 23 luglio del 2019, Zion Williamson ha firmato un contratto quinquennale con il marchio Jordan per il valore di circa 75 milioni di dollari. Quello di Zion è il secondo contratto di scarpe più remunerativo mai firmato da un rookie, superato soltanto da quello siglato da LeBron James con la Nike nel 2003.

La figurina di Zion venduta per 100.000 Dollari

#5. Bambino prodigio

Oggi i fan possono apprezzare i risultati del suo duro lavoro, un duro lavoro che cominciò all’età di 5 anni, quando venne inserito nella squadra dei bambini di 9. Per colmare il gap che lo divideva dai compagni, Zion decise di aumentare il numero degli allenamenti, alzandosi spesso alle 5 del mattino per effettuarne uno supplementare. Con un’etica del lavoro simile, difficile non pensare alle più rosee aspettative future per lui, tenuta fisica permettendo.