VanVleet: “Deluso da me stesso, devo alzare il livello”

I Raptors incassano la seconda sconfitta in due match e rischiano di far scappare Philly, VanVleet: “Deluso da me stesso”

Annunciata da molti alla vigilia come una delle sfide più incerte del primo turno, Sixers-Raptors in questi primi due round sembra aver trovato un padrone in Embiid e compagni, che dopo aver rifilato 20 punti di scarto ai canadesi n gara-1, si sono imposti per 112-97 nel secondo incontro.

I ragazzi di coach Nurse, reduci da settimane scoppiettanti, avranno la possibilità di rifarsi sfruttando il fattore campo, ma non si può nascondere una piccola dose di delusione nei confronti di una squadra descritta da molti come una mina vagante per la Eastern Conference.

Non la ha nascosta nemmeno il play dei Raptors Fred VanVleet, che in conferenza stampa si è dichiarato deluso da sé stesso:

È quel momento dell’anno, è il momento di fare un passo avanti nelle nostre carriere. Questo è il posto in cui si passa da essere buoni giocatori ad essere dei campioni e stasera non sono stato all’altezza. Non c’entra la panchina, sono io a dover fare meglio, mi prenderò sempre le responsabilità in una sconfitta

Fred Vanvleet

VanVleet, che in stagione è diventato per la prima volta All-Star, ha messo a referto 20 punti, 7 assist, 4 rimbalzi e 2 stoppate. Nonostante questi numeri piuttosto buoni, non si può certo parlare di una prestazione efficiente da parte del play, che ha chiuso con 7/23 dal campo, 4 palle perse ed un +/- di -17.

Leggi anche

Loading...