76ers, Perkins: “Harden non è più quello di una volta”

Le prestazioni negative di James Harden stanno facendo discutere tanto il mondo NBA

James Harden perplesso contro nella sconfitta contro i Brooklyn Nets

I 76ers sembra abbiano staccato momentaneamente la spina, dopo aver vinto le prime 3 gare contro i Raptors, la serie sembrava essere diretta verso un inevitabile “sweep”, ma la franchigia di Toronto, complice anche l’infortunio di Embiid, ha trovato la spinta necessaria per vincere sia Gara 4 e Gara 5, portando così la serie sul parziale di 3-2.

La vittoria di Toronto è dovuta anche da un rendimento visibilmente in discesa dei giocatori di Phila e il calo più evidente lo ha avuto l’ex stella dei Nets James Harden, il quale ha ricevuto tantissime critiche:

Il prime dei giocatori va e viene in diversi periodi della propria carriera, in questo momento stiamo vedendo la fase calante della carriera di Harden; quando lo guardo giocare ora sembra che non ha più la velocità o l’esplosività per andare a contatto e segnare, non riesce più neanche a separarsi per il tiro da 3

Kendrick Perkins

Successivamente l’ex giocatore di OKC ha commentato la gestione di James Harden da parte di Doc Rivers:

Capisco che le persone vogliano cercare qualcuno sulla quale scaricare la colpa del rendimento di Harden, ma Doc Rivers alla fine lo lascia libero di giocare, gli lascia il pallone tra le mani e gli lascia condurre l’attacco con i vari Pick and Roll e i suoi isolamenti tipici, cos’altro può fare Rivers per dargli libertà? Ormai non è più l’Harden di una volta e dobbiamo accettarlo

Kendrick Perkins

Molti opinionisti (come Skip Bayless) sembrano concordare con Perkins sul fatto che Harden non è più al meglio delle sue forze, riuscirà il 10 volte All-Star a dimostrare il contrario?

Leggi anche

Loading...