Consigli Fanta NBA, i più penalizzati dall’epidemia

Con lo scoppio dei casi di Covid-19 tra le squadre NBA anche il mondo di Dunkest ha subito influenze di sorta, andiamo a vedere insieme di cosa si tratta

Russel Westbrook in maglia Rockets

Nel seguire le vicende legate alla bolla di Orlando delle ultime settimane abbiamo assistito a nuovi casi di Covid-19 tra i giocatori partecipanti e questo ci ha spinto a riflettere sulla reale influenza che ciò può avere sia sui diretti interessati che sulle squadre di appartenenza. Ecco dunque che in questo articolo parleremo di alcuni dei giocatori di maggior rilievo che son risultati positivi al virus e dell’impatto che ciò potrebbe avere agli inizi della ripresa anche in ottica Fantabasket Dunkest.

  • Russell Westbrook (Houston Rockets, 18.8cr): il primo nome della lista è quello di The Broodie, infatti la notizia uscita 4 giorni fa è stata un duro colpo per i Rockets. Dato inoltre il fatto che ne lui ne Harden fossero già ancora ad Orlando aveva portato in molti a temere che anche il secondo fosse affetto da coronavirus. Fortunatamente queste paure sono state smentite ma in ogni caso rimane il fatto che Westbrook dovrà restare isolato dai propri compagni per un buon numero di giorni e questo non potrà che penalizzarlo per quanto riguarda il riprendere le misure sul campo ed il ritrovare l’affinità coi propri compagni. In quest’ottica dunque dato che Russell si alternava spesso con Harden nelle fasi della partita ci si potrà forse aspettare agli inizi una maggior conduzione del gioco da parte del barba che quindi potrebbe risultare ancor più intrigante a livello Dunkest.
Russell Westbrook ex stella di OKC
  • Nikola Jokic (Denver Nuggets, 20.9cr): anche Jokic nelle settimane scorse aveva destato scalpore dopo esser risultato positivo, molto probabilmente per aver partecipato ad un evento in Serbia con altri connazionali. La sua situazione più che sul piano fisico, che andrà comunque verificato data anche l’ingente perdita di peso, lo ha sicuramente provato su quello mentale dato che solo negli ultimi giorni è riuscito a ritornare negli USA dopo alcuni giorni concitati. Questo assieme alla notizia della positività di altri giocatori dei Nuggets non può di certo essere un elemento di tranquillità anche se ormai la convalescenza dei più è già terminata, attenzione dunque nel puntare troppo su coach Malone o su altri gregari della suddetta squadra all’avvio della competizione.
Jokic appena arrivato nella Bolla di Orlando
  • Eric Bledsoe (Milwaukee Bucks, 13.4cr): ecco un nome che invece è uscito solo nelle ultime ore quando diversi insider avevano focalizzato la propria attenzione sul fatto che lo stesso non si fosse ancora unito alla squadra in quel di Orlando. Date le tempistiche dunque rispetto magari ad altri giocatori trattati, Bledsoe potrebbe rischiare concretamente non poterci nemmeno essere fisicamente per le prime partite della sua squadra. Questo a livello globale non comporta gravi problemi ai Bucks che comunque mantengono saldamente il primato ad est e che hanno dimostrato di avere una second unit veramente competitiva. In quest’ottica occhio dunque a quei giocatori che potrebbero prendere temporaneamente il sui posto nel caso non riuscisse a guarire in tempo, alcuni dei nomi che acquisterebbero appetibilità possono essere George Hill, Donte DiVincenzo e Sterling Brown.
View this post on Instagram

Tante news anche nella serata, e chi siamo noi per non darvele? 🤭 Eccole: . 🏀 In una lunga intervista #Giannis #Antetokounmpo, dopp aver trattato anche il tema della vita quotidiana nella bolla e l’assenza di routine (cosa a lui molto cara), ha dichiarato di essere un pò arrugginito dopo 4 mesi di stop ma che in poco tempo tornerà in forma 💪🏼 ➖ 🏀 #Shaq non ci lascia mai soli, e vuole assicurarsi di essere il primo a pronosticare i #Brooklyn #Nets al 2o turno #Playoffs: “Non c’è il fattore campo, tutti sanno le loro assenze: li sottovauteranno”. Verità o follia? Forse la seconda 🔮 ➖ 🏀 Splendido gesto di Jrue #Holiday, che assieme alla compagna ha deciso di donare il suo stipendio rimamente della stagione (fino a 5.3M$) a varie associazioni americane, tra cui ovviamente alcune dedite alla causa del #blacklivesmatter ❤️ ➖ 🏀 Malcolm #Brogdon è ufficialmente guarito e ha svolto il suo primo allenamento coi #Pacers: coach McMillan dice di averlo trovato “davvero bene”. Con anche #Oladipo prossimo al rientro, #Indiana può fare qualche scherzetto? 🍬 ➖ 🏀 #Schroder si unisce alla lista di giocatori che uscirà da Orlando nelle prossime settimane per assistere alla nascita del proprio figlio 👶🏾 ➖ 🏀 PJ #Tucker è un grandissimo collezionista di #sneakers: pare averne comprate tantissime durante il lockdown. Pensate che ne ha portate 80 paia solo ad Orlando 😂 Come farà a scegliere quale mettere ogni volta? ➖ Seguite sempre le nostre stories e le news sul sito per tutti gli ultimi updates! ➖ #Dunkest #Basket #Basketball #basketball🏀

A post shared by Dunkest | Fantabasket NBA (@dunkest) on

  • Malcolm Brogdon (Indiana Pacers, 10.9cr): The President nella seconda metà di giugno aveva fatto sapere del suo contagio dopo aver preso parte ai cortei della manifestazione dei Black Lives Matters. Tutto ciò però ora come ora rimane un ricordo passato dato che è ufficialmente guarito un paio di giorni fa. In tutto questo però la sua assenza sul campo di allenamento non è qualcosa di trascurabile data la situazione incerta di Oladipo che quindi pone Brogdon nella posizione di essere il leader della propria squadra. Vedremo dunque nei prossimi giorni come il giocatore potrà reinserirsi all’interno della squadra con un occhio di riguardo nei suoi confronti dato il forte interesse Dunkest sul piano delle prestazioni e del costo che rimane ancora estremamente accessibile rispetto ai colleghi di reparto delle diverse squadre.
Brogdon, una delle migliori Guardie Dunkest per rapporto qualità/prezzo
  • Brooklyn Nets: questo ultimo punto non riguarda un singolo giocatore ma l’intera franchigia di appartenenza. Difatti i Nets nel corso delle ultime settimane hanno visto i propri giocatori di spicco dare forfeit, passando da Kyrie Irving, per arrivare a DeAndre Jordan e Wilson Chandler per poi finire con Spencer Dinwiddie. In questo contesto dunque alla ripresa delle partite non si potranno che vedere dei quintetti inediti composti da giocatori delle seconde file che vedranno crescere considerevolmente il proprio impiego. In primis il peso dei possessi di gioco non potrà che gravare su Caris LeVert, unico giocatore di primo livello facente parte delle rotazioni pre-Covid. Assieme a lui però vi sono da tenere in considerazione nomi come quelli di Tyler Johnson e di Jamal Crawford, giocatori questi che sicuramente avranno un coso estremamente contenuto in rapporto al tempo in cui verranno utilizzati in campo. Occhio dunque ai Nets che per via del Covid-19 saranno una squadra in cui i colpi a basso costo saranno all’ordine della giornata.
LeVert e Allen saranno le stelle dei Nets

Con questo si concludono le nostre riflessioni sull’impatto dell’epidemia su Dunkest e sulle relative squadre della Lega NBA, oltre a questo vi invitiamo inoltre a consultare altri articoli come per esempio i consigli su come gestire il mercato del fantabasket alla ripresa dei giochi.