Top e Flop Fanta NBA, il duello tra Embiid e Warren

Classifica con un ospite inatteso nelle alte sfere e due nomi noti. In coda tanta Philadelphia, non sufficiente per via della sconfitta

Embiid in partita contro Indiana

Sconfitta pesante per il morale di Philadelphia (trovate il racconto della notte qui) che occupa ben la metà delle posizioni dei nostri Top e Flop, nel bene e nel male. Vediamo subito chi sono i giocatori che hanno meglio figurato stanotte e chi è stato rimandato.

TOP:

  • Joel Embiid (Centro, Philadelphia 76ers, 18,8 cr) 62,75 punti: dubbi sulla sua condizione fisica? The Process ha risposto sul campo. 41 punti e 21 rimbalzi con buone percentuali al tiro a cui si aggiungono 4 assist e 3 stoppate. Se avete puntato su di lui come capitano della salvezza siete stati ampiamente ripagati.
  • TJ Warren (Ala, Indiana Pacers, 11,2 cr) 57.5 punti: eroe di nottata che sigla il suo career high con 53 punti con nove bombe a referto più 4 rimbalzi e 3 assist. Il suo exploit offensivo è la chiave per scardinare le porte dei Sixers ed è decisamente lui l’MVP della notte.
  • Kyle Lowry (Guardia, Toronto Raptors, 16.4 cr) 48,75 cr: flirt abbondante con la tripla doppia, per il capitano dei Raptors arrivano 33 punti con 14 rimbalzi e 6 assist per forzare la difesa dei Lakers. Vittoria che alza tanto il morale e continua a mostrare di cosa sia capace la franchigia canadese.

FLOP:

  • Josh Richardson (Guardia, Philadelphia 76ers, 7,4 cr) 0 punti: questa notte a Philadelphia è mancato il supporto dei gregari, se si conta che solo Horford oltre ai tre tenori titolari. In particolare Richardson in trenta minuti di impiego ha messo insieme solo 4 punti e un paio di assist. Coach Brown dovrà trovare la quadra perché questa nuova formazione non sembra aver convinto.
  • Norman Powell (Ala, Toronto Raptors, 8,9 cr) 0 punti: apporto molto scarno per Powell nella vittoria della sua squadra, complice una serata storta al tiro. 8 punti collezionati con tre canestri realizzati su dodici tentativi. Poco male per i Raptors, molto male per i fantallenatori che hanno puntato su di lui.
  • Shake Milton (Guardia, Philadelphia 76ers, 6,2 cr) -2 punti: MilkShake era tra i più attesi della nottata ed è stato il peggiore del T3. 0 punti e tre palle perse sono il bottino decisivo per questa prima disastrosa partita. Vedremo se si rifarà contro un avversario morbido come gli Spurs.

Menzione d’onore:

  • Aaron Holiday (Guardia, Indiana Pacers, 6,5 cr) 36 punti: oscurato dalla luce di Warren, Holiday ha comunque messo insieme ottimi numeri per contribuire alla causa di Indiana. 15 punti, 10 assist e 5 rimbalzi con il 50% dal campo e una sola palla persa. Complimenti ha chi lo ha preso, è arrivata la plusvalenza.

Ricorda di consultare periodicamente le nostre Probabili Lineups e la Lista degli Infortunati NBA, aggiornate in tempo reale per conoscere gli ultimi update.