Asta Dunkest, come gestire Scambi e Free Agent

La Free Agency e le Trade non sono materia esclusiva della NBA ma anche del Fantabasket Dunkest. Cosa potete fare in proposito?

Davis in maglia Lakers

L’Asta del Fantabasket è solo l’inizio di una lunga e appassionante stagione. Una volta conlcusa ci sono ancora possibilità di modificare la tua fanta squadra per migliorare il roster e far fronte agli imprevisti del campionato.

Nella modalità Draft di Dunkest (qui trovi le guide alla modalità Draft), infatti, ci sono due possibilità di modificare il roster: gli scambi e la lista dei Free Agent.

Prima di iniziare a leggere ricorda che, se sei da solo e cerchi persone con cui avviare un Draft puoi unirti alla nostra community di fanta allenatori Dunkest su Telegram o sul gruppo Facebook.

1. Gli Scambi

Se non siete soddisfatti della vostra squadra e volete provare a prendere un giocatore da un altro fanta allenatore, potete sfruttare la possibilità offerta dagli scambi, detti anche Trades.

La modalità dovrà essere decisa in sede d’asta: impostare un numero massimo, decidere dei parametri per renderli equilibrati, o ancora scambi illimitati e senza restrizioni.

Il procedimento è molto semplice: una volta selezionato il giocatore che volete scambiare troverete tra le opzioni il bottone Taglia/Scambia. Una volta premuto si aprirà la lista dei roster avversari e non dovrete fare altro che cliccare sul giocatore che volete ottenere. L’offerta arriverà al fantallenatore che potrà decidere se accettare o rifiutare.

2. I Free Agent

A fine asta rimarranno a disposizione un elenco di giocatori che non sono stati scelti da alcun fanta allenatore, i cosiddetti svincolati o Free Agent.

Anche qui le regole per cambiare qualcuno dal vostro roster possono essere decise in anticipo o lasciare illimitate sostituzioni, a vostra discrezione.

Quando possono essere utili?

Gli infortuni sono all’ordine del giorno perciò avere delle alternative tra i Free Agent è un’ottima cosa. Valutate però l’entità dell’infortunio e che giocatore si è infortunato: non sempre vale la pena svincolare, i casi possono essere più o meno lievi perciò il salto di una partita può non essere così grave.

Altro motivo tra i più frequenti per uno svincolo: il giocatore non sta dando i frutti sperati. I punteggi non sono all’altezza o tra i Free Agent c’è un giocatore-sorpresa che sta accumulando punti su punti.

Anche qui siate pazienti, almeno all’inizio, e non scoraggiatevi al primo punteggio basso. Se però il vostro giocatore continua ad essere troppo scostante se non addirittura dannoso, provate a valutare l’idea di tagliarlo e pescare il jolly dalla Lista FA.

3. Consigli generali

Che siano trade o svincoli non lanciatevi a testa bassa: ragionate sempre a lungo termine e non sulla singola partita.

Ovviamente, se siete convinti di un’offerta o se avete in mente idee per migliorare il vostro roster, non precludetevi la possibilità di fare scambi o sfruttare gli svincolati: tutti gli anni tra i Free Agent si nasconde qualche chicca o qualche sorpresa.

Hai altri dubbi?

Leggi anche

Loading...