Orlando Magic, ecco perché Isaac non si è inginocchiato durante l’inno

Scelta contro tendenza di Isaac rispetto a colleghi e staff delle squadre che hanno giocato ieri e che stanno giocando ora

Jonathan Isaac non si inginocchia

Jonathan Isaac non si è inginocchiato durante l’inno nazionale nel pre partita di Orlando Magic – Brooklyn Nets. Il giocatore dei Magic – autore di 16 punti – non ha nemmeno indossato la maglia con la scritta “Black Lives Matter”.

Gli Orlando Magic hanno fatto sapere di sostenere la scelta del loro giocatore che, a sua volta, dopo la fine della partita, ha spiegato ai media la decisione.

Stando a quanto riportato dai media presenti nella bolla, Isacc ha deciso di restare in piedi per pregare. A quanto pare, quindi, nessuna scelta legata alla politica o a motivazioni politiche o patriottiche.

Credo nel Black Lives Matter, inginocchiarmi o indossare una maglietta non penso però abbia qualcosa a che fare tutto ciò. Andare oltre il colore della pelle è l’aspetto fondamentale. Io non perdono nessun tipo di razzismo. Ho parlato anche coi miei compagni e gli ho detto che secondo me indossare uno slogan sulla maglietta non è la soluzione a questo problema. Credo che l’unica risposta sia Gesù. Ribadisco che il mio gesto non ha nulla a che vedere con l’inno nazionale o con la bandiera.

Jonathan Isaac durante l’intervista coi media dopo la partita contro i Nets

Leggi anche News NBA, la nuova stagione ripartirà a Marzo 2021?